Il medico che rompeva le ossa

Norberto Confalonieri, 65 anni, è un noto primario di ortopedia dell’ospedale “CTO” di Milano. Confalonieri è diventato un noto medico per via delle sue frequenti apparizioni in TV. Giovedì 23 marzo è stato arrestato con l’accusa di corruzione e turbativa d’asta. Secondo le indagini della polizia tributaria il medico era in grado di allungare “strategicamente” le liste di attesa del suo reparto nell’ospedale pubblico, costringendo i pazienti ad andare dal privato dove lui era autorizzato ad operare. L’accusa principale a lui conferita è quella di aver avuto rapporti con le case farmaceutiche e aver ricevuto regali in cambio di acquisti di protesi da parte dell’ospedale dove lavorava.
Siamo sconcertate dal modo subdolo d’agire di questo medico: la salute di noi cittadini non è un gioco e ci affidiamo a l’unico mezzo che abbiamo, i dottori, ma se quest’ultimi si prendono gioco di noi, ne potremmo rispondere con la vita.
Purtroppo non tutte le persone hanno condizioni economiche agiate, e costringendo i pazienti ad operarsi a pagamento, probabilmente il 50% dei pazienti non se lo potrebbe permettere e andrebbe incontro a gravi problemi di salute.
Dal Corriere della Sera del 25/03/2017

Precedente Taxisti contro Uber Successivo Strade dissestate e rischio incolumità